Accelerazione della trasformazione digitale e dei processi dei dati

2021: è in atto un’accelerazione della trasformazione digitale e dei processi dei dati

La trasformazione digitale che verrà

Gli anni ’20 del secolo scorso furono caratterizzati dalla prosperità economica e culturale. L’economia è cresciuta con ridefinizioni nel consumismo, nelle arti e nella cultura. L’economia americana, in particolare, è cresciuta del 42% in quel periodo, grazie all’evoluzione della produzione di massa. Nel complesso, sono emersi nuovi modelli di consumo, dagli aspirapolvere ai prodotti di bellezza.

Un motore chiave del boom economico americano nei “ruggenti anni ’20” è stato il progresso tecnologico, che ha portato alla produzione di massa di beni. Le grandi imprese hanno beneficiato maggiormente di un aumento senza precedenti della produzione economica e della produttività. L’elettrificazione dell’America e le tecniche di marketing di massa hanno contribuito a creare la domanda di un nuovo standard di vita.

Nel 2021, l’economia mondiale sta ancora soffrendo gli effetti del Covid-19. Anche se ci vorrà del tempo per riprendersi, non appena la vita tornerà alla normalità e le speranze delle persone saliranno, aumenterà anche la loro volontà di spendere per nuovi prodotti, servizi ed esperienze. Crisi globali, recessioni e disastri sono stati storicamente seguiti da boom economici e culturali. Le persone saranno pronte a lavorare, spendere e vivere la loro vita migliore.

Ancora una volta, è probabile che la tecnologia diventi uno dei catalizzatori chiave per la crescita economica in questo decennio. La pandemia ha accelerato il modo in cui le persone utilizzano piattaforme e dispositivi tecnologici come strumenti essenziali per lavorare, fare acquisti, apprendere e interagire. Il mondo degli affari sta cambiando rapidamente e molte organizzazioni devono subire trasformazioni digitali significative se vogliono cavalcare l’imminente ondata del consumismo.

Questi nuovi ruggenti anni venti portano anche una nuova aria di ottimismo. Una nuova ricerca di Forrester indica una crescente “ondata di energia dei clienti” nel 2021. Mentre i governi iniziano a implementare le vaccinazioni contro il Covid-19, l’energia dei consumatori è in aumento. Circa il 58% degli adulti online statunitensi ritiene che la qualità della propria vita nel 2021 sarà migliore di quella del 2020, con il 23% che si aspetta un miglioramento significativo. I marchi e le aziende devono sfruttare questo slancio per prosperare e offrire messaggi e prodotti che diano ai consumatori un motivo per credere in un futuro più luminoso.

 

trasformazione digitale 1920x1080 1

 

La trasformazione digitale inizia con la gestione dei dati

In effetti, i leader aziendali sono più consapevoli che mai della necessità di modernizzare i processi digitali in un ambiente incerto segnato da blocchi globali e nuove abitudini di consumo. Secondo una ricerca Gartner, come citato in un articolo del CIO, “il 69% dei consigli di amministrazione sta attivamente accelerando le proprie iniziative di business digitale”. Le organizzazioni devono evolvere e modernizzare il proprio ecosistema IT e di dati compiendo una trasformazione digitale, da una governance dei dati più forte che garantisca sicurezza e conformità a nuove architetture di archiviazione dei dati che forniscano l’accessibilità di cui una forza lavoro sempre più remota ha bisogno. Non sorprende che DataOps come disciplina sia destinata a esplodere nel 2021.

L’analista di Gartner Rita Sallam ha sottolineato il rapido passaggio a informazioni di business in tempo reale al Gartner IT Symposium/Xpo. Ha avvertito che “di fronte a cambiamenti di mercato senza precedenti, i leader di dati e analisi richiedono una velocità e una scala di analisi sempre maggiori, in termini di elaborazione e accesso, per accelerare l’innovazione e creare nuovi percorsi verso un mondo post-Covid-19. ” Infatti, secondo Gartner, entro il 2022, la maggior parte dei sistemi aziendali presenterà funzionalità in tempo reale.

Se sei un’azienda legata a uno stack di dati legacy e a processi obsoleti, ora è il momento di pensare a una trasformazione digitale significativa. La revisione dei processi dei dati richiederà tempo e fatica e potresti persino dover eseguire i tuoi sistemi legacy per alcuni mesi. Tuttavia, non abbracciare tutte le funzionalità offerte dalle moderne soluzioni cloud potrebbe ristagnare la tua crescita nei dati successivi. Soddisfare le richieste dei tuoi clienti, team e parti interessate per dati migliori e più accessibili è il punto di partenza ovvio.

Le novità che porterà il 2021

Speriamo tutti in un anno più sereno in cui le cose inizieranno a tornare alla normalità. Tuttavia, stiamo inevitabilmente entrando in un’era di incertezza. Non sappiamo ancora il pieno impatto economico e sociale che l’attuale pandemia avrà a lungo termine. Pertanto, quando si tratta di gestione aziendale (e anche di gestione dei dati), la sicurezza e la continuità aziendale saranno in cima all’agenda di tutti.

Naturalmente, modernizzare il tuo patrimonio IT, operate la trasformazione digitale continuando a gestire le operazioni quotidiane è un compito arduo, con l’archiviazione dei dati che pone sfide particolari. I dati esistenti devono essere protetti e allo stesso tempo resi accessibili a una forza lavoro remota e distribuita. Le aziende hanno bisogno di nuove architetture di dati con la capacità, la flessibilità e le prestazioni per gestire nuove fonti di dati all’edge e nel cloud. Lo storage deve cambiare per adeguarsi al ritmo della trasformazione. La difficoltà che molte grandi aziende devono affrontare è quella di gestire un patrimonio di storage sempre più complesso senza strumenti di gestione affidabili.

Allo stesso modo in cui negli anni ’20 l’economia americana è cresciuta di oltre il 40%, in gran parte grazie alla tecnologia che ha permesso alle aziende di produrre in serie, gli anni ’20 ci stanno portando un’altra rivoluzione tecnologica all’interno della quale crescere attraverso una visibilità senza precedenti sul comportamento dei consumatori, l’analisi degli utenti e domanda di prodotto. La parte migliore è che questi dati sofisticati e informazioni agili non sono mai stati più economici o più facili da acquisire. Quelle organizzazioni che oggi sfruttano il giusto stack di dati per la loro attività avranno un vero vantaggio nel prossimo decennio di consumismo.