Chiudi
Paolo Calvi | Consulenza di comunicazione, audit e formazione | logo x footer bianco 146x98

Servizi

Contatti

News

Icona sviluppo della consulenza di comunicazione
Restiamo in contatto

2.4 Social media

Attraverso il social media audit facciamo un’opera di ispezione per raccogliere tutte le informazioni che ruotano intorno all’attività di un brand su Facebook, Instagram, TikTok, Twitter e le altre piattaforme.

Più passa il tempo e più il social media marketing sta assumendo un ruolo chiave nella gestione della presenza online di ogni tipo di attività, dall’impresa al libero professionista. Capire l’uso dei social network per le aziende è un passaggio fondamentale nella creazione di una strategia efficace di web marketing.

Il lavoro di social media audit è fondamentale per chi si avvicina a un progetto pensato per sviluppare al meglio l’identità di un brand attraverso il web. Anche se troppo spesso l’approccio di chi in azienda o per l’azienda fa social media marketing si riduce ad una semplificazione fuorviante: pubblica, raccoglie fan, al massimo fa una sponsorizzazione e butta uno sguardo all’incremento dei follower.

Peccato che non funzioni così. Il social media manager non deve limitarsi a mettere video divertenti e meme sulla pagina Facebook. Il suo compito è di eseguire il lavoro in modo scientifico. Senza esagerare, vorremmo che passasse l’idea che è importante sempre fare delle analisi preliminari per affrontare questa sfida con determinazione. Ecco perché si parla tanto di social media audit.

 

Social Media Audit - Foto 03

 

Di cosa si tratta?

Parliamo, ovviamente, di una connessione imprescindibile perché in linea di principio non può esserci un’attività strategica degna di questo nome senza avere un’idea di cosa ci si aspetti da una determinata realtà. Anche se si sta iniziando da zero, poter disporre di perdioriche veditiche e di un’analisi dei concorrenti diretti è importante ed imprescindibile. Ma come si ottengono i risultati? Quali sono i passaggi essenziali?

 

Social Media Audit - Foto 03

 

Come fare un social media audit efficace

Ci sono una serie di punti che possono fare la differenza quando si decide di lavorare sulla valutazione di un canale social. Ovviamente se si può operare su una piattaforma di proprietà, con accesso completo ai dati, tutto diventa più semplice. In ogni caso, questi sono i punti che andrebbero sempre rispettati.

1. Verifica del canale

Ovvero, svolgere un’attività che consenta di ottenere informazioni rispetto a come si presenta un profilo personale o aziendale. Quali sono le caratteristiche base dell’attività che stiamo analizzando? Le grafiche si allineano con i colori del brand? Quanti follower o fan ci sono? Sono reali o c’è il sospetto di un’intrusione di bot e fake? In questa prima fase è importante osservare il look & feel dell’attività social. Per scendere in profondità bisogna passare al prossimo step.

2. Revisione dei contenuti

Cosa si sta pubblicando su queste attività social? Quali sono i contenuti scelti per attirare il pubblico? La seconda fase dell’analisi che prende il nome di social media audit riguarda la riflessione sul calendario editoriale: si stanno pubblicando formati interessanti per il pubblico? Quali sono i risultati? C’è coinvolgimento? Spesso i Mi Piace incantano la vista, non bisogna però concentrarsi solo sui numeri, ma analizzare il comportamento del pubblico provando a isolare i contenuti che ottengono maggiori risultati. Cercando di capire se c’è stata un’attività di content marketing.

3. Analisi del target

Si sta parlando alle persone giuste? Si conosce bene la propria audience? Spesso si prosegue l’attività pubblicando contenuti che non interessano al target solo perché non si idea della sua composizione. E magari si usa un tone of voice nei commenti completamente fuori luogo. Il social media audit deve prendere in esame questi punti per evitare una comunicazione errata. Ed ovviamente, tutto questo riguarda anche l’analisi di ciò che viene pubblicato dai follower. Come si rivolgono le persone nei confronti dell’azienda? Quali parole usano quando citano il brand?

Social media audit: prendere coscienza

Impossibile rinunciare a questo passaggio? Non è così, molte realtà ignorano completamente il valore di una buona attività di social media audit. Eppure i risultati che derivano da questa attività sono evidenti: è possibile muovere i giusti passi evitando sforzi inutili. Correggendo errori madornali e ottimizzando ogni singola azione.

 

Social Media Audit - Foto 05

 

Per scoprire come PCCC analizza il tuo essere presente sui social media per interagire realmente con gli utenti e migliorare le esperienze-cliente, contatta il nostro team.

1